Traduci/Translate

Articoli recenti

Le “Voci erranti” di Vallefiorita a Santa Severina.

“CREPACORE”: UN’ANTICA STORIA D’AMORE TRA LE MURA DEL CASTELLO

Il 23 agosto l’Associazione Terra di Mezzo ha presentato, nella suggestiva cornice del Castello di Santa Severina, un reading teatrale che ha visto protagonisti Antonio Centelles Ventimiglia (Gianni Paone) ed Enrichetta Ruffo marchesa di Catanzaro e Crotone (Patrizia Fulciniti), i quali hanno offerto una lettura che ha emozionato il pubblico presente.

Lo spettacolo, basato su un testo di Ulderico Nisticò, ha offerto un immaginario dialogo tra Antonio, imprigionato nel suo stesso castello, e la sua sposa Enrichetta. Insieme, i due ricordano la nascita del loro amore e ricostruiscono le vicende storico-politiche che hanno portato alla condanna di Centellis. Il testo è non solo la testimonianza di un amore contrastato, che nasce da un atto di disobbedienza, ma un atto d’amore verso Santa Severina e l’intera Calabria. Lunghi passaggi di testo vibranti di accenti elegiaci vengono dedicati al “popolo festoso di vino” e a tutti coloro che non hanno voce ma che amano la loro terra più dei potenti e dei nobili.

Lo spettacolo – che si inserisce nel programma di attività del Progetto Voce di-Vento, finanziato dal Centro per il Libro e la lettura (Bando Ad Alta Voce 2019) – ha provocato un’intensa partecipazione emotiva del pubblico presente, anche grazie alle musiche di Pino Barone e all’intervento straordinario della soprano di coloratura Francesca Campanella che, accompagnata al pianoforte dal tenore Emanuele Campilongo, si è inserita, a sorpresa, nelle pieghe della lettura intonando la “Casta diva” dalle sale del castello, percorse come presenza fantasmatica, e ritornando nel finale con una serie  di colorature eseguite sulla musica di chiusura. I due giovani artisti, che si trovavano insieme ad altre eccellenze canore della nostra Regione, al castello per una master class di canto lirico diretta dal M° Teresa Cardace del Conservatorio di Crotone insieme al M° Maria Sarli del Conservatorio di Potenza, sono stati coinvolti dai lettori nella performance in fase di prova generale e hanno accettato con piacere di partecipare allo spettacolo, donando al pubblico un’emozione straordinaria.

Il Sindaco Salvatore Giordano, dopo i saluti di rito, si è detto felice di aver stretto con la Terra di Mezzo un partenariato rivolto alla promozione della lettura, che si augura possa proseguire e fornire un nuovo impulso alla Biblioteca Comunale. L’autore di Crepacore, Ulderico Nisticò dopo essersi complimentato con i lettori per aver dato vita al testo ma, soprattutto, per essere riusciti a rendere vive le emozioni in esso contenute ha aggiunto che “Il bello delle leggende e dei miti è che se non sono vere lo diventano non solo grazie a chi le interpreta ma soprattutto grazie al pubblico che è anch’esso un attore e partecipa direttamente, emozionandosi”. Monsignor Serafino Parisi, vescovo di Lamezia, ha dichiarato di essersi sentito accolto “in un grande abbraccio che è quello del tempo, della storia che ci ha forgiato, che ci accompagna e ci indica la strada.” Mons. Parisi ha apprezzato il reading che ha definito “esperienza di teatro letto, che è parimenti teatro, perché le sfumature delle voci e il canto dall’alto ci hanno riportato alla leggerezza dell’amore. Mentre ascoltavo le parole dei due attori facevo una considerazione sul futuro non come attesa passiva ma dell’ad-ventus, di ciò che sta per venire e ci vuole vedere protagonisti.” Ha concluso dicendo che “Tra queste mura che hanno visto il passato e si sono offerte come scenario, vivere una narrazione del passato va colto con la teoria che ci fa essere in processione verso un futuro che sia all’altezza dei nostri sogni.”

Lo spettacolo è nato dalla collaborazione con i partner locali Comune di Santa Severina, Istituto Borrello, Castello di Santa Severina, Cooperativa Aristippo, Associazione Borghi più belli d’Italia, Pro Loco Siberene. L’obiettivo principale del progetto Voce di-Vento è diffondere la passione della lettura ad alta voce, il piacere dell’ascolto, promuovere la conoscenza di testi classici e riscoprire il piacere del ritrovarsi come comunità a seguire lo sviluppo di storie. Il progetto continuerà fino al mese di giugno 2023. A tutte le scuole e ai comuni che aderiranno al progetto entro settembre, con l’intento di promuovere la lettura ad alta voce, saranno offerti gratuitamente reading e laboratori di lettura ad alta voce.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Il logo di Voce di Vento

Voce di-Vento. Progetto realizzato con il finanziamento del Centro per il Libro e la Lettura. Progetto vincitore del bando Ad Alta voce 2020.

Centro per il Libro e la Lettura

"Ad Alta Voce 2020"
Proseguono le attività di promozione della lettura

Il Medicante

Progetto Voce di Vento - presentazione de "Il Medicante"

Crepacore

Voce di Vento a Santa Severina

Voce di Vento a Villaggio Mancuso

Voce di Vento a Villaggio Mancuso

Reading Le Heroides di Ovidio

Voce di Vento e le Heroides

Voci di Vento per Confini di sabbia

Reading di Voce di Vento per Confini di Sabbia

Voce di Vento sulle rive del mare

Reading di Voce di Vento: Le tre lune

Voce di Vento: reading sulla spiaggia e apertura del Bibliopoint

Bibliopoint e Reading sulla spiaggia

Prime iniziative per il MAGGIO DEI LIBRI 2022

La dernière lettre de Antoine de Saint-Exupéry (celle jamais écrite) è tratta da “Il Piccolo Principe torna a casa”, inedito di Patrizia Fulciniti; voce narrante di Oreste Sergi Pirrò; traduzione del testo in francese di Isabella Vespari.

Programma del corso

Corso LETTORI ERRANTI

Iscrizione al corso LETTORI ERRANTI – Programma Educare alla lettura –

Progetto “Lettori Erranti” i PARTNER

Fratello libro Sorella Parola, i Partner