Blue Flower

Mercoledì 27 aprile presso il Centro di aggregazione giovanile di Fossato Serralta, si è svolto un incontro informativo sulle opportunità che l’Unione Europea riserva ai giovani dai 18 ai 30 anni. L’incontro è stato voluto dall’Assessore alla Cultura del Comune di Fossato Serralta, Barbara Dornetta, la quale ha coinvolto i giovani del paese catapultandoli nell’ottica europea.

L’incontro ha visto la presenza dell’associazione Terra di Mezzo di Vallefiorita, da anni impegnata in questo ambito, con i suoi soci Raffaele Viscomi, Micaela Papa e Raffaella De Nardo; l’amministrazione comunale di Fossato Serralta con il Sindaco, Domenico Raffaele, la Pro Loco di Fossato Serralta, il Circolo Ricreativo di Maranise, la Pro Loco di Pentone e l’associazione Anthemis di Taverna. I protagonisti, ovviamente, i diversi giovani presenti. “Ho voluto avviare questa azione – sostiene l’assessore Dornetta-  perché ritengo fondamentale informare e coinvolgere tutti i cittadini sulle opportunità che l’Europa offre, per far capire ai giovani che oltre il proprio comune c’è un mondo che non aspetta altro che essere scoperto.

Da parte mia e di tutta l’amministrazione c’è la volontà di avviare questi progetti, ma senza la volontà e l’entusiasmo dei giovani non possiamo fare nulla; questo incontro ha l’obiettivo di gettare un seme tra i giovani, dal quale potremmo avviare dei tavoli di lavoro, dove protagonisti assoluti saranno loro con le loro idee progettuali, ovviamente con il supporto di associazioni ma anche di tutta la cittadinanza. Il prossimo passo sarà quello di siglare un Protocollo d’intesa tra Amministrazione Comunale e l’associazione Terra di Mezzo.

L’obiettivo è non solo quello di coinvolgere i giovani di Fossato, ma anche i giovani e soprattutto gli amministratori e le associazioni dei paesi vicini. Se non ci apriamo verso altre culture e tradizioni basteremo sempre a noi stessi e saremo sempre mediocri rispetto ad altre realtà. L’auspicio, quindi, è che ci sia un aumento di interesse verso queste dinamiche e che si inizi davvero a progettare, tutti insieme, per rilanciare il nostro territorio con tutte le sue risorse e opportunità.” Durante l’incontro la differenza è stata fatta dalla testimonianza diretta dei soci di Terra di Mezzo: in particolare Raffele Viscomi si è soffermato sullo Sve, il Servizio Volontario Europeo e sul network che deve essere costituito tra cittadini-associazioni-amministrazioni per poter avviare e realizzare questi progetti, e di Micaela Papa che invece si è soffermata sull’Erasmus Plus portando la propria esperienza corredata da video di progetti già realizzati.