Blue Flower

 

E’ stato definito ed è in fase di avvio un progetto Europeo che, a partire dai Comuni di Vallefiorita, Sersale, Taverna, Settingiano, Fossato Serralta, Cenadi, Olivadi coinvolge ben 14 Paesi Europei tra municipalità, associazioni, scuole e università.

“La promozione, lo sviluppo e la cittadinanza attiva europea passa dalla cooperazione internazionale e, per tale motivo abbiamo avviato una cooperazione con Università, Regioni, Gal, Università, Scuole, Centri giovanili e Associazioni per intraprendere forme di collaborazione e condivisione di buone pratiche e iniziative congiunte”. Le parole di Gianni Paone presidente dell’Associazione “Terra di Mezzo” di Vallefiorita.

“Partecipiamo ad un bando europeo consapevoli di aver raggiunto già un ‘importante obiettivo, di grande importanza per la nostra Regione e per le comunità che rappresentiamo, nell’aver creato legami con altri stati europei, quale condizione indispensabile per la partecipazione ai bandi europei a gestione diretta. Un primo passo di straordinaria importanza che nei prossimi mesi si concretizzerà in azioni di scambio culturale, sociale ed anche economico con i nostri Partner europei, aggiunge Raffaele Viscomi, coordinatore, per Terra di Mezzo, del progetto.

Il partenariato è composto da 19 partner aderenti in rappresentanza di 14 Stati Europei (Spagna, Polonia, Cipro, Macedonia, Repubblica Ceca, Estonia, Lettonia, Macedonia, Polonia, Romania, Cipro, Bulgaria, Serbia e l’Italia) in cui la nostra Associazione figura soggetto proponente delegato dal Comune di Vallefiorita, continua Paone, e va detto, a riprova dell’importanza che attribuiamo al lavoro di rete, che rappresentiamo inoltre i Comuni di Vallefiorita, Sersale, Taverna, Settingiano, Fossato Serralta, Cenadi, Olivadi e numerose associazioni ricadenti in Calabria che hanno aderito al nostro progetto di portare l’Europa in Calabria e la Calabria in Europa”.

“Lo staff progettuale, conclude la nota, che ha contribuito alla redazione del progetto è costituito da Gianni Paone, Micaela Papa, Raffaele Viscomi, Raffaella De Nardo, Danilo e Ilaria Rizzi, Maria Loscrì del club Unesco di Vibo Valentia, partner italiano del progetto.

Il progetto durerà due anni e prevede la realizzazione di sette incontri internazionali, il primo dei quali si terrà In Calabria con la partecipazione di tutti i partner.

Un’occasione importante per portare la Calabria in Europa e l’Europa in Calabria.

Leggi su GAZZETTA DEL SUD